Epicentri

group show at Terme di Como Romana
curated by Fabio Carnaghi | 17 July – 18 September 2016 

scroll for english version

Epicentri
 
Epicentri è un progetto basato sul concetto di ordine nella natura e del suo esatto opposto che fa propendere per lo straordinario, ovvero l’anomalia che diventa regola. Tale idea di caos a cui la natura armoniosa ed eterna lascia spazio si riscontra in fenomeni prodigiosi anche nella loro forza distruttiva. Il terremoto svela questa atavica disputa tra eccezione all’ordine naturale e inesplicabilità di un ordine complesso. 
Lo spazio archeologico delle Terme di Como Romana,  che presumibilmente sono state coinvolte in epoca storica da un fenomeno sismico provocandone un crollo strutturale, si presta a divenire scenario di una rappresentazione collettiva che nel contemporaneo si manifesta in installazioni che seguono una casualità espositiva determinata da un processo di appropriazione topografica istintiva da parte di ogni artista.  Ne deriva una sorta di insediamento temporaneo lasciando dunque agli artisti coinvolti nel progetto la possibilità di dar vita allo spazio attraverso una propensione soggettiva e nomadica. Il titolo della mostra allude proprio a questa possibilità data, senza alcun preordinamento di un percorso espositivo al fine di interpretare il caos che sconvolge ogni ordine razionale. Il risultato è un dialogo con lo spazio che prevede epicentri creativi dislocati o addensati, nella totale inconsapevolezza dell’esito espositivo. Si delinea una mappa emotiva nella similitudine che lega la forza prorompente del fenomeno naturale con il processo creativo  che improvvisamente scaturisce dall’imprevisto e dallo straordinario inconscio.

Epicentri è un evento promosso da MiBACT – Soprintendenza Archeologia della Lombardia con ARK Cultural Property and Contemporary, con il supporto di Touring Club Italiano e dei Volontari Touring per il Patrimonio Culturale, partner tecnico Valduce Servizi Spa.

_

en
Epicenters
 
Epicentri is a project based on a concept of natural order and its exact opposite. This allows to reflect on the extraordinary when the anomaly is normal. This idea of chaos rejects the harmony of nature and is a prodigious event although this is a destructive entity.
The earthquake reveals the atavistic conflict between the exception to the rules of nature and  an  inexplicable-complex order.
The archaeological site of Terme di Como Romana  according to recent studies showed traces of an earthquake that caused a structural collapse. Terme di Como Romana become the scene of a collective representation through a process of instinctive-topographic appropriation by each artist. The result is a temporary settlement, an opportunity to regenerate the space by a subjective, nomadic or accidental act. 
The exhibition’s title alludes to this possibility, without a default set-up to explain the chaotic disruption of any equilibrium. The dialogue with the space produces creative epicenters spread or thickened, without knowing the outcome of the exhibition. An emotional map links the force of the natural phenomenon to creative process that suddenly emerges from the unexpected and the extraordinary unconscious.
 
Epicentri is an exhibition promoted by MiBACT – Soprintendenza Archeologia della Lombardia and Ark Cultural Property and Contemporary, supported by Touring Club Italiano and the Touring Volunteers for Cultural Heritage, in partnership with Valduce Servizi spa.
 
_
 
Exhibition view
 
 
foto 3-3 copia copy
 
foto 1-5
 
foto 1-4 copy